aprile 03, 2015

Città del Daerfaels

Solomon:

La capitale è abitata da circa 8000 abitanti.
E' facile qui incontrare ogni genere di razza e di abitante in quanto è un crocevia commerciale molto florido.
Solomon è chiaramente riconoscibile dalle spesse mura che la circondano e dalla grande cattedrale che sovrasta tutta la città e si trova al centro della stessa.
uno degli ingressi minori alla capitale.
La cattedrale infatti è l'unica in tutto il regno ad ospitare tutti i culti (anche se esiste un ingresso dedicato per ogni culto). Il suo quartiere ospita infatti ogni sorta di convento, monastero e foresteria clericale che si possa immaginare.
Il quartiere del re invece sorge appena oltre quello della Cattedrale e la sua fortezza è bassa e robusta (come quasi tutte le architetture di questo regno).
L'entrata è sempre ben sorvegliata grazie al suo unico ingresso formato da un ponte levatoio e da una fossa profonda diversi metri.

Intorno si sviluppano i vari quartieri tra cui spiccano quelli degli artigiani e mercantili dove è possibile trovare ogni genere di bene.
Sempre più spesso inoltre si vocifera dell'esistenza di un mercato illegale proprio al suo interno dove è possibile richiedere anche merci non legali ma le truppe reali sono sempre alla ricerca dei "Ciarlani" come li chiamano loro.
una delle tante guglie di Vald.
Nel quartiere mercantile esiste anche la sede principale de "La via dell'oro" una delle compagnie più famose che oltre a promuovere e costruire in tutta Daerfaels la Via Dorata ha anche una propria milizia.

Intorno a questi quartieri si dipanano i bassifondi e i quartieri minori dove osterie, foresterie, locande, bettole e locali di ogni genere si guadagnano da vivere come possono.
Tra questi sicuramente il più malfamato è "Il fondo del pozzo" che divenne celebre per le sue lotte clandestine di schiavi.
Solomon nei secoli ha avuto diverse difficoltà con Vald e Grael ma è riuscita infine a prendere il controllo del regno e a sottomettere le altre città al suo dominio.

Vald invece è una città che prospera grazie alla presenza di decine di chiese e luoghi sagri. I pellegrinaggi sono il primo sostentamento (infatti chiunque entri in città deve pagare il "tributo religioso". La città sorge in una piccola pianura dove svettano guglie e enormi vetrate.
Nonostante il grande flusso di credenti i problemi in questa città sono tantissimi. Tra tutti l'odio tra i culti stessi che ha portato il Conte di Vald a prendere una soluzione drastica: impiccaggioni pubbliche lungo le strade per quasi ogni genere di reato.
Questa soluzione ha però portato ad uno stato di tranquillità sia i pellegrini (di ogni credo) che gli abitanti stessi.
Vald non ha un divisione regolare dei quartieri perché è sempre in espansione per la costruzione di un nuovo monastero, chiesa o cappella che sia. Tra tutti però il centro è quello più regolare con le 4 vie che la dividono dove al centro sorge il Maniero di Vald che ospita la famiglia del Conte.
La città brulica quindi di cantieri e si cerca sempre un nuovo muratore, falegname, artista, scriba, ingegnere o chiunque sappia lavorare bene con la pietra.
 

uno scorcio di Grael
La terza città più importante è infine Grael.
Famosa per aver negli anni subito diversi assedi da parte di nani, goblin e umani.
Oggi è nonostante tutto ancora in piedi anche se la sua magnificenza è quasi del tutto scomparsa.
Spicca però ancora la grande vetrata del culto di Daena che è visibile da diversi chilometri.
La città è però sotto molti aspetti malandata. La città ha sempre problemi con la presenza di qualche culto arcano e sovente capitano tribunali contro qualche mago accusato di necromanzia.
Gli abitanti vivono grazie ai floridi raccolti che il clima offre e dalla produzione di un ottimo vino ma le tasse presenti e la continua ansia di poter essere accusati di stregoneria portano gli abitanti a non essere molto ospitali.
"Meglio un goblin nel pollaio che un graeliano al tavolo" dicono ridendo in tutto il Daerfaels ma provate a mettervi nei loro panni!

L'ultima non è una città ma un villaggio che senza volerlo è diventato uno dei punti cardine di tutta la via dell'oro del Daerfaels: Sonlade è un villaggio di qualche centinaio di abitanti che vive tra le colline a sud di Grael. Qui prosperano 43 fucine che producono gran parte delle armi di tutto il regno e dove sopratutto viene coniata la moneta reale.
Una meta obbligatoria per chiunque vuole equipaggiarsi a dovere!



Categories: , , ,

0 commenti: