giugno 08, 2009

Differenze Nani e goblin

Tutto nasce dalla lacrima che generò i nani. Dall'ombra sulla pietra di questa, Loki decise di far nascere la loro antitesi, che fossero qualcosa che la terra stessa ripudiasse.
E furono i goblin.
Ora queste due razze presentano due modi di vivere completamente diversi.
analizziamole:
Nani
i nani costruiscono le loro comunità scavando nella roccia. Ogni città può dipendere da sola alla sua sopravvivenza senza dover per forza commerciare con altre. Son come dei manieri medioevali dove tutti i beni di prima necessità si trovavano all'interno.
Più che pittori sono scultori. Scolpiscono ovunque possono; legno, pietra, metallo ma scolpiscono soltanto scene o episodi attinenti alla loro cultura. Un nano che crede in Laeg, il loro dio, non scolpirà altro che scene della loro vita o scriverà episodi della razza nanica.
Questo perchè è per i nani il modo di dar rispetto al loro dio e in più perchè ogni nano ha in se la capacità di scrivere. Infatti questa non viene insegnata ma solo perfezionata. Motivo per cui la storia dei nani è praticamente completamente scritta o scolpita. Ogni clan tiene libri e bassorilievi della propria storia, dalle origini sino alle nuove generazioni e gli anziani del clan ne sono i custodi.
Goblin
i goblin invece sono come parassiti. Non costruiscono case nè tantomeno castelli. Loro raccattano da ciò che trovano dei ripari. I beni di prima di necessità li cercano disperatamente, visto che nessun goblin coltiva. Per questo motivo i goblin tendono a sciamare da un luogo ad un altro. Spesso è sovente vederli con una miriade di oggetti, raccimolati qua e là dove potevano.
I goblin sanno scrivere, ma non sanno scolpire, ciò non toglie che abbiano una loro forma d'espressione. la loro lingua è molto simile al runico, difatti è più facile imparare il loro idioma che quello dei nani. La loro arte si esprime per vandalismo. Negli anni verdi, quando conquistarono molte città naniche impararono a scrivere e a leggere diventando una razza importante per gli storici. I loro scritti sono spesso citazioni di episodi già accaduti ma stroppiati dalla loro indole. Spesso, non sapendo utilizzare tutti pennino e inchiostro, usano la loro pelle come promemoria, arrivando delle volte a costruire elaborati tatuaggi.Le loro sculture, o meglio, le sculture che vengono vandalizzate dai goblin riportano più che altro sfregi sulle sculture dalle quali son state ricavate scene più consone alle loro abitudini.
Categories: , , ,

0 commenti: